C’era una volta una piccola bambina che aveva sempre il sorriso sulle labbra. Era ancora cosí piccolina che per pronunciare con sapore dolce le parole ha fatto tanti sforzi, come accadeva a tutti noi nella nostra infanzia… Dalla sua gola gorgogliavano, emergevano balbettii, risate, danze di voci differenti, ma le parole che potevano essere ben capite non volevano arrivare sulle sue labbrine, solo ogni tanto… Spesso le capiva malapena anche la sua mamma , per non parlare della zia. Se voleva chiamarla, salutare la sua dolce parente con una keresztmami (in ungherese madrina) aveva tante difficoltá… poteva pensare: si tratta di un vero e proprio scioglilingua. Ma poi la piccola bocca una volta ha trovato la formula giusta, per facilitare la pronuncia ha detto: TAMI. É vero, abbastanza corta, vagamente ricorda l’origine e perfettamente si adatta ad una piccola come lei… e poi i grandi presto potevano trovare anche il significato! E fu cosí…la mia storia adesso non racconta come hanno fatto „i giocolieri di parole” i suoi frattelini, ma invece quella piccolina crescendo diventava molto brava nell’uso delle matite colorate. Disegnava con tanta gioia linee, cerchi ed il suo sole splendeva con tanto di raggi ed i suoi fiori erano sempre sorridendo. Una volta bisognava preparare qualche regalino alla dolce parente. Cosa si fa, come si fa?…alla fine ha pensato di disegnare TAMI e fu proprio questa la sorpresa. Quanto stupore! Lá sulla carta TAMI era una principessa allegra con una bella corona, il suo vestito lungo, meraviglioso brillava nella luce del sole, le braccie erano aperte per un abbraccio forte, come succedeva sempre quando la piccola bambina e la sua madrina si trovavano… Dopo, una volta TAMI – che in realtá é una strega buona di aghi, ferri, filati e lane – in cambio per il regalo stupendo ha dato anima alla principessa di carta usando un magico uncinetto e filati cosparsi di polvere di sorrisi… Da allora la principessa TAMILA vive nella manina della bambina ed ogni sera vanno a riposare insieme nel lettino..il suo„castello”….

tamila-story

Ordine