BOTTHÉKA : è un gioco di parole che rispecchia in modo eccellente il motivo della sua nascita. La parola d’origine greco-latino bottega significa laboratorio, officina dove lavora un artigiano; la teca (téka – ungh.) vetrinetta in cui sono esposti oggetti preziosi e in fine both in inglese significa tutte e due. Il mio scopo dunque è di presentare in questa bottega gli oggetti unici e preziosi realizzati da me. Le radici dell’eredità delle arti popolari ungheresi, il mondo di forme e colori dei nostri tempi, antiche e nuove tecniche caratterizzano lo stile degli oggetti di Botthéka. Colori, sfumature, ornamenti, il filato che nasce dalle fibre e l’uso diverso di esso sono i modi principali di espressione. I processi di lavoro hanno due direzioni: filare con filatoio, tingere fibre, filati, tesssuti e realizzazione dai filati (non solo propri) a maglia, all’uncinetto, a ricamo (soprattutto a punto croce), a tessitura e la progettazione degli schemi per le relative tecniche, „come è fatto” descrizioni e oggettistica per„fai da te”.